Forme nel Verde. Da 50 anni la rassegna d’arte contemporanea italiana

È tra le più longeve mostre d’arte italiane. Forme nel Verde nasce nel 1971, da un’intuizione di Mario Guidotti, collezionista, appassionato d’arte e conoscitore dell’arte moderna e contemporanea ed è la prima mostra in Italia a proporre le visioni della Land Art, quella forma di arte in cui la scultura interagisce con lo spazio e con il paesaggio.

Una tendenza nata alla fine degli anni Sessanta negli Stati Uniti per ammirare l’arte in luoghi straordinari. Gli Horti Leonini, esempio di giardino all’italiana del Cinquecento nel cuore di San Quirico, diventano il naturale spazio espositivo per la rassegna.

Gli Horti Leonini e Palazzo Chigi nel centro storico, insieme ad alcuni tra i luoghi più iconici al mondo del paesaggio di San Quirico e Bagno Vignoni diventano ogni anno, tra i mesi di luglio e novembre, lo scenario in cui prende vita Forme nel Verde. Un artista o un gruppo di artisti, in forma collettiva, vengono scelti dalla direzione artistica e dal Comune per esporre le loro opere, collocandole, dopo aver scelto un tema specifico da affrontare, nel tempo e nello spazio che San Quirico offre all’idea degli artisti. E’ così che l’arte contemporanea e il suo valore universale prendono forma.

Nel meraviglioso scenario degli Horti Leonini, in oltre cinquant’anni di storia, hanno esposto le loro opere i più grandi maestri dell’arte italiana e internazionale quali Arnaldo Pomodoro, Costantino Nivola, Pietro Cascella, Mirella Forlivesi, Lorenzo Guadagnucci; e ancora, Manzù, Alessandro Tagliolini, Carmelo Cappello, Matthew Spender, Michelangelo Pistoletto fino a Maurizio Cattelan.

Forme nel Verde è l’appuntamento organizzato del Comune di San Quirico d’Orcia capace di attrarre e proporre i più importanti artisti e i giovani talenti contemporanei italiani e internazionali.